21/08/2017
Home Forum Downloads
Close
NFS Shift: Recensione


Recensione redatta da Micky 91 - Only for NFS Italia.com


Quest’anno lo studio di Need For Speed vira verso qualcosa di nuovo, quell’obiettivo tanto aspirato nei fasti della serie torna ad essere la principale vetta dei produttori della saga auto più famosa del mondo video ludico: la simulazione. Basiti di fronte a questa improvvisa e forte sterzata nelle intenzioni produttive di una serie ormai arcade da numerose uscite, ci cimentiamo a scoprire la realtà di questa affermazione così ambiziosa e così Diversa. Ma la produzione mette in campo i migliori in questo genere: i ragazzi della Slightly Mad Studios, reduci di titoli simulativi di grande rilevanza come GTR e GT Legends, portando la curiosità alle stelle. Una scelta Decisamente rischiosa, quella di Jesse Abney e tutto il suo team di sviluppo, considerando che la maggioranza dei fan della serie ormai s’era abituata ad avere un tuning profondo, una giocabilità puntata al divertimento e adatta al “guidatore della domenica” e, con Undercover, pure una trama da seguire, articolata e quasi da film. L’utenza si presume debba cambiare radicalmente, dal tuner sfegatato al corridore accanito al volante. Sarà davvero così semplice la storia?!


All’avvio del gioco verremo accolti dalla selezione della lingua che, nella versione europea, prevede ben 11 lingue diverse, comprese di parlato che, nel caso dell’italiano, è perfettamente riprodotto... Il sistema prevede un salvataggio automatico, ereditato dal precedente capitolo Undercover, utilissimo dal momento che salva qualsiasi movimento venga fatto in tono di scelta auto, elaborazioni o semplicemente gare affrontate. Il menù mostra tutta la bellezza grafica degli effetti e della cura nei particolari del team, ci viene impresso uno sfondo magnificamente riprodotto, con menù semplice ed intuitivo, e alla sinistra l’ultima macchina selezionata dal nostro garage. Il menù propone subito di partire con la nostra carriera da pilota professionista, ma permette anche una gara veloce, con alcune poche macchine “ in prestito “ già sbloccate dall’inizio, una modalità online, il nostro Profilo Pilota, il Garage delle tue auto e le Opzioni di gioco.

La carriera ti immedesima in un pilota che deve sfondare nel mondo delle corse, un classico, ma la trama non è l’obiettivo, all’inizio ti verrà data l’opportunità di dimostrare la tua bravura provando una M3 E92 nella pista di Brands Hatch, in base alla tua prestazione il gioco deciderà quale livello di guida affibiarti, con quale difficoltà e con quali aiuti di guida. Il livello di difficoltà dell’IA è sembrato estremamente calibrato, a livello Facile si vince in maniera semplice, senza alcuna pretesa, inizia a salire a livello medio, arrivando al livello massimo dove vincere una gara non sarà cosa per niente facile, specialmente per l’aggressività e l’eccellenza tecnica degli avversari, il tutto formato in maniera totalmente realistica. Per esempio può capitare di trovarsi a superare l’avversario aggressivo che, non eviterà di darvi una sportellata alla prima occasione, il tutto prevedendo di non rovinarsi la gara magari con un testacoda o un uscita di pista, il tutto viene fatto in maniera razionale e intelligente, così come quando può capitare di affrontare un avversario “tecnico” che ci sbarrerà la strada in tutte la maniere possibili. Inoltre ci sono diverse impostazioni di guida, tra cui il classico cambio automatico o manuale, oppure la frizione automatica, controllo stabilità, ABS e controllo della trazione, infine si può scegliere se impostare i danni puramente a livello estetico oppure reali, con conseguenze prestazionali negative nel caso di colpi molto forti. In questo il gioco c’è sembrato meno realistico nel contesto, perché mai si arriverà a distruggere completamente l’auto e non si possono perdere ruote o altre componenti “vitali” dell’auto: l’effetto massimo sarà di avere una sterzata involontaria dell’auto e un’accelerazione minore. In questo la produzione si giustificò dicendo che il gioco era mirato a far divertire e giocare in maniera appassionata, un implementazione di danni troppo serio sarebbe andato a minare troppo il gameplay rendendolo realistico si, ma frustrante e ripetitivo: noi siamo realmente d’accordo perché l’esperienza che ci viene offerta risulterebbe davvero Macchiata da questa feature, e pensiamo sia meglio così. Dopo la prova con la Nostra auto tedesca ci ritroveremo ad usare la stessa in una competizione, la nostra prima competizione contro avversari ! Al piazzamento in questa gara ci verrà dato un compenso con il quale potremo acquistare la nostra prima auto, categorizzata come di “Fascia 1” ( ce ne sono 4 in totale ). Dopo aver acquistato la nostra ferraglia possiamo subito modificarla oppure iniziare la nostra scalata del successo. Il gioco spiega in maniera semplice e coincisa come funziona la carriera: semplicemente ogni gara può offrire dalle 3 alle 6 stelle, le prime 3 stelle vengono guadagnate in base alla posizione in gara ( primi 3 stelle, secondi 2 stelle, terzi una sola stella ), più ci sono 2 stelle bonus, che vengono guadagnate in base al punteggio pilota, di cui parleremo in seguito, e l’ultima stella è la stella bonus, guadagnabile in base a determinate azioni, non sempre facili, come per esempio effettuare un giro perfetto, oppure seguire il 75% della traiettoria ideale. Ci sono differenti eventi nel gioco, che si distinguono l’uno dall’altro in base a regole e restrizioni: Principalmente ci troveremo di fronte ad “Eventi misti”, dove ogni auto sarà ammessa, oppure le “Battaglie auto” dove potremo scegliere una delle due auto proposte e dovremo vincere contro l’avversario che sarà alla guida dell’altra auto, “Competizione costruttore” dove tutti i piloti in gara avranno la stessa auto, che ti verrà data in prestito, oppure il “drift”, modalità ormai decisamente conosciuta al mondo, viene dato un punteggio in base alla velocità, alla pendenza e alla precisione della derapata, e tante diverse modalità tutte molto interessanti. Di rilievo gli “eventi ad invito”, dove ci verranno prestate auto mediamente superiori al nostro attuale livello in carriera, che ci permetteranno di guadagnare stelle extra e un gruzzoletto di soldi, essi sbloccabili in base al livello del profilo pilota.

Passando all’elaborazione dell’auto essa diviene maggiormente tecnica, ma sempre composta da “kit” di elaborazione predisposti, come “ motore kit 2 “ o “ gomme kit 1 “, mentre quella estetica della carrozzeria è semplificata al minimo indispensabile, composta da kit predisposti che andranno a modificare non solo i paraurti e le minigonne, ma eventualmente anche alettone, cofano, prese d’aria e tutto ciò che migliora l’areodinamicità dell’auto, solo i cerchioni sarà possibile scegliere, selezionabili tra una vasta gamma molto variegata e interessante. E’ possibile inoltre alleggerire la nostra auto e specializzare gli interni per una vera auto da gara, ci sono infine componenti specialistiche, come “trasmissione corta” o “marmitte da gara”, che migliorano alcuni aspetti delle prestazioni, ma ne peggiorano altri, in alcuni casi. Alcune delle auto presenti nel concessionario, distinte da una sorta di W tra le caratteristiche, sono inoltre “convertibili”, cioè da auto di serie elaborata, essa diverrà un vero e proprio mostro dell’asfalto tipo competizioni GTR, ma per giungere a questo bisognerà prima potenziare l’auto al massimo possibile, comprando tutti i potenziamenti disponibili, infine effettuare la conversione, che costerà altri preziosi soldi, ma se quel mostro fa per voi è decisamente la scelta giusta da fare ! Sotto il lato estetico la vernice viene comandata dalla “ruota colore”, presente anche in Undercover e ci sono le solite modalità di pittura come Lucido, cromato, metallizzata, ecc ecc ... In più ci sarà la modalità “ inverti “, decisamente appariscente e da provare. Sotto l’aspetto delle aerografie e decalcomanie il gioco si complica e si sminuisce alquanto dato che evidentemente è stato dato spazio alla componente guida-simulazione. La macchina sarà suddivisa maggiormente in parti ben distinte come “Fiancata sinistra”, “fiancata destra”, “carrozzeria anteriore” e così via .. Ciò impedisce, per esempio, di mettere un aerografia che prenda dalla minigonna fino al tetto, perché viene tagliata. Inoltre è stata limitata la grandezza delle stesse, settabili fino ad un certo punto. Inoltre quando si vedono nel gioco sono in bassa qualità e addirittura sgranate. Le decalcomanie invece non possono essere neanche esse ingrandite più di tanto, ma rimangono probabilmente troppo piccole, non più di 20 -25 centimetri paragonato alla realtà, e non potremo nemmeno colorarle, solo alcune hanno una determinata colorazione di fabbrica, ma la maggior parte rimangono grigie scure, senza possibilità di cambiamento. Ciò sarà una forte delusione per tutti gli appassionati di personalizzazione, ma sicuramente non si scoraggeranno di fronte ad una impervia così leggera.

Nelle modifiche alla nostra auto risulta poi esserci un’approfonditissima modalità di messa a punto della nostra auto, con una scelta molto interessante tra “messa a punto veloce” , simile a quelle viste da Underground 2 in poi, con modifiche approssimative e intuitive, e tra “messa a punto avanzata”, dove ci troveremo di fronte un livello tecnico decisamente superiore, quasi ai livelli dei titoli SimBin sopra citati, ma la differenza comunque c’è. Ciò garantisce una modifica sostanziale dei comportamenti e delle prestazioni dell’auto in pista, in maniera precisa e profonda, tanto da sentirsi quasi un collaudatore professionista, divertendosi a “smanecchiare” ogni impostazione per trovare la migliore.

Nel gioco è stato introdotto un sistema di “profilo pilota” a punti, composto di 50 livelli, ognuno dei quali sblocca aerografie, o slot auto nel nostro garage, auto premio, pacchetti di eventi ad invito oppure semplicemente soldi derivanti da sponsorizzazioni, molto utili per rendere la nostra macchina competitiva. Dall’inizio della nostra carriera il gioco ci “etichetterà” come piloti precisi o aggressivi, e in base a questo avremo uno stemma che si “evolverà” nel seguito della carriera, divenendo sempre più appariscente, feature inutile ma molto carina e soddisfacente, se vogliamo vedere. I punti vengono attribuiti in base a quasi ogni manovra noi effettueremo, come un sorpasso, una sezione di gara, una scivolata in curva, una sverniciata, la scia dell’avversario e così via... I punti saranno sempre divisi tra “preciso” e “aggressivo”, Dare una sportellata ci darà punti aggressività, mentre effettuare un giro pulito ci darà punti precisione.

Graficamente parlando ciò che salta agli occhi è l’eccelsa pulizia grafica: il tutto sembra quasi foto realistico e gli effetti sono riprodotti in maniera magistrale. La telecamera interna è un must, qui il gioco da il suo meglio in tutto: da questa visuale si possono godere diversi effetti caratteristici del titolo, alcuni dei quali mai visti in un gioco di corse. La telecamera innanzitutto è agganciata al casco del pilota, è totalmente dinamica e ci sentiremo continuamente strapazzati in base ai movimenti dell’auto, come accelerazione, freno, sterzata, ma anche urti improvvisi, con conseguenti offuscamenti della vista, e sobbalzi a causa di buche e imperfezioni dell’asfalto, il tutto reso con una cura maniacale, al punto di sentirsi Totalmente immersi nell’atmosfera corsaiola. L’altro effetto decisamente impressivo e diverso dall’ormai comune effetto blur è l’effetto sfocato all’aumentare della velocità che sfocherà solo il nostro abitacolo e desaturizzerà l’ambiente che ci circonda e che riguarda puramente il campo estetico dei dettagli, ma rimarrà comunque abbastanza preciso e dettagliato quello che ci serve vedere, la pista, tutto ciò sarà accentuato in base al nostro grado di principiante. Andando avanti con la carriera l’effetto diminuirà in premio alla nostra guadagnata esperienza di pilota. Gli effetti luce sono perfettamente riprodotti, e creano un gioco di ombre nell’abitacolo davvero realistico, inoltre i dettagli degli interni sono anche quasi superiori a quelli delle carrozzerie delle auto che, abituati alle preview dei modelli poligonali di livello di Gran Turismo 5 o Forza Motorsport 3, risultano un poco seghettati, anche se comunque, come in tutti i titoli della saga, ottimamente prodotti e curati nei dettagli; il tutto, forse, per ridurre il peso del motore grafico che, senza bisogno di patch correttive, risulta fluido e abbastanza leggero, escluso qualche piccolo problema con le schede ATI, di cui noi non ne abbiamo visto l’ombra: solamente qualche scatto nelle fasi più caotiche, dove il motore grafico si trova a riprodurre 15 avversari davanti alla nostra auto magnificamente riprodotta, tra scontri e sportellate, con fumo, pezzi che volano via, i flash dei fotografi, bandiere che vengono agitate e i movimenti degli spettatori che si scatenano sugli spalti. La fisica sembra un poco trascurata in linea generale. Durante la guida essa è perfetta e di stampo simulativo ( sempre che abbiate scelto di guidare senza aiuti di guida ), ma negli scontri forse è stato marcato troppo l’effetto di perdita del controllo della nostra auto che, in pochi, emozionanti e immersivi istanti nei quali verremo sballottati a destra e a manca, sarà già ferma nel ghiaino del lato pista.

Nel comparto sonoro la saga NFS ha sempre avuto il primato e, anche in questa occasione, ha voluto dare il meglio di se, contribuendo ad un senso di immersione ancora maggiore di quanto fosse possibile. I suoni sono magnificamente riprodotti: le gomme stridono, le marmitte schioppettano e i vetri si rompono, il pilota ansima dopo un fortissimo scontro, i motori sono corposi e le turbine fischiano. Sottotono la colonna sonora che si fa sentire solamente nei replay e nelle gare drift, c’è sembrata poco adatta ma fa comunque un po’ di compagnia.

Insomma, sembra che il team NFS questa volta abbia fatto centro! Un parco auto assortito, con un grado di immersione tutto da provare, una grafica da lustrare gli occhi, un sonoro da brividi e i pochissimi difetti di questo gioco ( come si dice non si può pretendere di avere la botte piena e la moglie ubriaca ) ne fanno un racing game finalmente riuscito e all’avanguardia nella cura di ogni particolare. E’ consigliato, per il grado simulativo massimo, un volante con il quale il divertimento è assicurato e il coinvolgimento raggiunge il massimo possibile. Iniziando dalla giocabilità ci sembra di vedere qualcosa di nuovo, il range di utenza è decisamente ampio: con tutti gli aiuti si torna alla guida dei precedenti NFS, per chiunque voglia qualcosa di più ce n’è in grande abbondanza, arrivando ad un livello simulativo di alto livello. Inserendo il tuning nel gameplay e tutte le modifiche e le messe a punto non ci sentiamo di dare più di 8.5. Anche per la grafica il nostro voto è 8.5, effetti e pulizia grafica ne fanno la punta di diamante, ma ci sono piccole mancanze nella realizzazione poligonale delle auto, inoltre la fisica a volte fa storcere il naso. Il sonoro merita un 9 secco per la splendida realizzazione di ogni suono presente nel mondo delle corse. La longevità è qualcosa che non vedevamo da molto nel mondo NFS e ci sembra ampiamente esaudiente per il numero di gare e competizioni da affrontare, compreso il profilo pilota e il sistema di punteggio che spinge a continuare anche dopo aver raggiunto la vetta degli NFS World competition. Il nostro voto è 9

Il voto finale è 8.7, perché non ce la sentiamo di dare 9 ( capolavoro ) per le piccole mancanze che possono deludere tanti fan, ma neanche di scendere a 8.5, perché questo gioco merita veramente l’attenzione del mercato racing.


Micky 91
NFS Italia.com
VetrineDigitali.net presenta Vetrina+
Vetrina+Vetrina+™ rappresenta il modo più facile e innovativo di trasformare la vetrina del tuo esercizio commerciale in un sistema multimediale di forte impatto emozionale, in grado di trasformare passanti distratti in clienti interessati a entrare in negozio.

Utilizzando Vetrina+™ potrai esporre tutti i prodotti della tua attività commerciale in modo SEMPLICE, EFFICACE E VELOCE, inserendo IMMAGINI, DESCRIZIONI E ANNUNCI.

Maggiori informazioni sul sito VetrineDigitali
Navigazione
Accedi
Utente

Password



Non ti sei ancora registrato?
Clicca qui per registrarti.

Non ricordi più la password?
Richiedine una nuova qui.
Utenti in linea
Ospiti in linea: 1

Iscritti in linea: 0

Totale iscritti: 4,359
Il nuovo iscritto: Jason
Sondaggi
Cosa vorreste nel prossimo Need for Speed

Tuning: neon, spoiler, marmitte!
Tuning: neon, spoiler, marmitte!
78% [25 Voti]

Velocità, è tutto quello che serve!
Velocità, è tutto quello che serve!
13% [4 Voti]

Free roam, viva il ca**eggio!
Free roam, viva il ca**eggio!
0% [0 Voti]

Corse legali, tipo Shift!
Corse legali, tipo Shift!
0% [0 Voti]

Sbirri, sbirri ovunque!
Sbirri, sbirri ovunque!
9% [3 Voti]

Voti: 32
Devi aver fatto il login per poter esprimere il tuo voto.
Avviato: 23/05 11:31

Sondaggi precedenti
@Facebook
Showroom
Dettagli importanti
Dettagli importanti
EA SUPPORTED COMMUNITY